San Pantaleo Olbia

   
   

FISIOTERAPIA e RIABILITAZIONE:

La Fisioterapia si occupa di identificare e massimizzare la qualità della vita e il movimento potenziale entro le sfere della promozione, prevenzione, trattamento/intervento, abilitazione e riabilitazione.
Questo include il benessere fisico, psicologico, emozionale e sociale. Ciò richiede l'interazione tra il fisioterapista, il paziente/cliente, altri professionisti della salute, le famiglie, i medici, le comunità in un processo dove il movimento potenziale viene valorizzato e gli obiettivi condivisi attraverso la specifica conoscenza e competenza del fisioterapista.
Il fisioterapista utilizza l'anamnesi, l'esame fisico e quando necessario i risultati di esami di laboratorio (esame radiografico, ecografico, elettromiografico, ecc.) per arrivare ad una diagnosi e stabilire un piano di trattamento.
La fisioterapia comprende numerose specialità: ortopedia, neurologia, reumatologia, geriatria, cardiologia, pneumologia, pediatria, solo per citare i settori d'intervento più comuni.
É indicata per disturbi come artrosi, asma, contratture, dolori muscolari, reumatici o artritici, lombalgia, periartrite, sciatica, torcicollo, traumi e distorsioni.

La visita Fisioterapica

Al primo incontro tramite intervista accurata, analisi della postura ed esecuzione di tests specifici si raccolgono una serie di informazioni sia sullo stato generale di salute della persona che sulle problematiche specifiche dell'apparato osteo-articolare, mio-fasciale e del sistema nervoso.
Una volta inquadrati gli squilibri viene proposto un percorso riabilitativo mirato alla loro risoluzione ed al successivo mantenimento e prevenzione con un programma di esercizi specifici da fare a casa, consigli su quali tipi di attività fisiche o sportive svolgere in palestra, percorsi terapeutici paralleli da intraprendere.

Le tecniche riabilitative

Mobilizzazione articolare:

Permette di ristabilire gradualmente il completo range articolare perduto a causa di interventi chirurgici, traumi, distorsioni o lesioni muscolari, tendinee e legamentose.



Riequilibrio osteo-neurologico-articolare:

Tecniche manuali di mobilizzazione specifiche atte a risolvere conflitti meccanici come discopatie a carico della colonna, sciatalgia, torcicollo, periartrite scapolo omerale, ecc.


Disattivazione dei Trigger points:

I triggers points o punti grilletto definiti anche PAM (Punti Algici Miofasciali), sono punti presenti in diverse strutture del sistema muscolo-scheletrico: cute, tendini, legamenti, aree cicatriziali, capsula articolare, caratterizzati da una maggior densità tessutale e solitamente dolorabili alla palpazione.
Si applica perpendicolarmente una pressione ischemica gradualmente crescente sul punto trigger finché non cede, successivamente si applica una pressione costante finché oppone resistenza. Dopo un certo tempo il punto trigger cederà di nuovo e si ripeterà il ciclo.
Tecnica molto efficace di sedazione del dolore di origine mio-fasciale attraverso la digitopressione mirata e profonda.
Ottimo per risolvere dolori da contratture, torcicollo, limitazione funzionale ed occasionalmente sintomatologia di tipo nevralgico quali parestesie e formicolio e disfunzione vegetativa.



Esercizi propriocettivi:

Attraverso la stimolazione riflessa dei recettori articolari è possibile recuperare la funzionalità articolare,la coordinazione motoria, l'equilibrio e la sensibilità profonda dopo periodi di lunga immobilità da traumi di vario genere o da paresi dei nervi.
Indicati anche per il miglioramento delle prestazioni sportive negli atleti.


Rieducazione respiratoria:

Imparare a respirare correttamente è la base per recuperare e mantenere una buona salute. Gli esercizi respiratori da noi proposti prendono spunto dalle antiche tecniche respiratorie cinesi come il Qi Gong ("Lavoro sull'Energia Vitale") e dalle moderne ricerche scientifiche sulla respirazione.
Indicati per tutti e soprattutto per chi offre d'insonnia, problemi alle vie respiratorie come asma e bronchiti o forme d'ansia legate allo stress della vita quotidiana.


successiva »